SSD non viene visualizzato? Cosa fare quando non viene rilevato un nuovo SSD

Se hai acquistato di recente un nuovo SSD per sostituire il tuo vecchio HDD e avviare Windows 10 più velocemente, potresti riscontrare un problema quando l'SSD non viene visualizzato sul tuo computer. Non devi farti prendere dal panico se non riesci più a raggiungere i tuoi file poiché puoi risolvere il problema.

SSD non visualizzato

Perché il mio nuovo SSD non viene visualizzato?

Potrebbero esserci vari motivi per cui il tuo SSD non viene rilevato da Windows 10, come ad esempio:



  • L'SSD non è inizializzato
  • SSD non è abilitato nel BIOS
  • I driver SSD non sono installati correttamente, obsoleti o incompatibili
  • Il cavo SSD o la porta USB non funzionano correttamente
  • L'SSD è danneggiato
  • SSD è nascosto e non ha una lettera di unità assegnata

Cosa fare quando l'SSD non viene rilevato

È facile pensare che il tuo Solid State Drive non funzioni correttamente e debba essere sostituito. Tuttavia, prima di optare per questa costosa soluzione fin dall'inizio, prova a collegarla a un altro computer.

Se funziona, è un chiaro indicatore che c'è qualcosa di sbagliato nelle impostazioni del tuo dispositivo. È una buona notizia perché significa che il tuo problema può essere risolto modificando le impostazioni del dispositivo, quindi puoi procedere con le seguenti soluzioni per riparare il tuo nuovo SSD se non viene visualizzato sul tuo computer Windows 10.

1. Abilita l'SSD nel BIOS

Inizia assicurandoti che il tuo SSD sia abilitato nel BIOS. Ecco cosa devi fare:

  1. Riavvia Windows 10
  2. Prima dell'avvio del sistema operativo, premere rapidamente il tasto mostrato sullo schermo per accedere alla configurazione del BIOS
  3. Vai al Impostare sezione
  4. Trova l'SSD e abilitalo
  5. Salva la nuova configurazione del BIOS ed esci

2. Inizializzare l'SSD in Gestione disco

Se hai un SSD nuovo di zecca che hai collegato di recente al tuo computer, potrebbe essere necessario inizializzarlo da Gestione disco per poterlo vedere in Esplora risorse. Ecco come realizzarlo:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Cominciare pulsante e scegli Gestione del disco
  2. Se il tuo SSD ha il Sconosciuto stato, fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Inizializza disco Gestione disco mostra come inizializzare un disco
  3. Selezionare MBR e fare clic OK

Dopo che Gestione disco ha completato questa attività, puoi iniziare a utilizzare il tuo SSD per archiviare file o creare partizioni prima di iniziare con le operazioni sui file.

3. Reinstallare rapidamente l'SSD

Se l'SSD non è stato installato correttamente sul tuo PC, ecco come risolverlo:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Windows 10 Cominciare menu e vai a Gestore dispositivi
  2. Apri il Unità disco categoria
  3. Fai clic con il pulsante destro del mouse sull'SSD e seleziona Disinstalla dispositivo Gestione dispositivi mostra come disinstallare l'unità disco
  4. Apri il Azione menu e fare clic Cerca modifiche hardware Gestione dispositivi mostra come eseguire la scansione delle modifiche hardware
  5. Riavvia il tuo computer. Windows reinstallerà automaticamente i dispositivi mancanti

4. Aggiorna i driver SSD

  1. Premere Vincita tasto + R , genere devmgmt.msc e premere accedere aprire Gestore dispositivi
  2. Seleziona il tuo dispositivo SSD, fai clic con il pulsante destro del mouse e scegli Aggiorna driver Gestione dispositivi mostra come aggiornare il driver del disco
  3. Clic Cerca automaticamente i driver
  4. Se ottieni il I migliori driver per il tuo dispositivo sono già installati messaggio, fare clic Cerca i driver aggiornati su Windows Update
  5. Clic Controlla gli aggiornamenti e consenti a Windows di scaricare e installare gli ultimi aggiornamenti. Il tuo PC potrebbe riavviarsi Windows 10 mostra come controllare gli aggiornamenti

Se Windows Update non trova i driver per il tuo SSD, dovresti visitare il sito Web ufficiale del produttore per trovare, scaricare e installare i driver più recenti. Ma se non vuoi rischiare di ottenere un driver incompatibile, potresti rivolgerti a unsoluzione software di aggiornamento dell'unità. Ti aiuta a tenere sotto controllo tutti i conducenti.

5. Eseguire il rollback dei driver SSD

Se hai installato un driver che non offre supporto per il tuo modello SSD e sistema operativo, potrebbe causare problemi di funzionalità e potrebbe essere il motivo per cui il tuo SSD non verrà visualizzato sul tuo computer. Per risolvere questo problema, dovresti tornare alla versione precedente.

  1. Aprire Gestore dispositivi
  2. Fai clic con il pulsante destro del mouse sull'SSD e vai a Proprietà
  3. Passa al Autista scheda
  4. Clic Rollback del driver e segui le istruzioni. Se il pulsante è disattivato, salta questo passaggio poiché non è possibile eseguire il rollback

6. Aggiornare i driver del controller di archiviazione

Se i driver del controller di archiviazione sono obsoleti, il tuo SSD non si connetterà correttamente e non verrà rilevato da Windows 10. Ma puoi risolvere il problema aggiornando quei driver.

  1. Ritornare a Gestore dispositivi
  2. Espandi il Controller di archiviazione categoria
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla prima voce e selezionare Aggiorna driver Windows 10 mostra come aggiornare il driver del controller di archiviazione
  4. Clic Cerca automaticamente i driver
  5. Se la ricerca non va a buon fine, fare clic su Cerca i driver aggiornati su Windows Update
  6. Segui questi passaggi per aggiornare i driver di tutti i dispositivi nel file Controller di archiviazione gruppo

7. Controlla il cavo SSD e le porte USB

Spegni il computer e dai un'occhiata al cavo SSD per assicurarti che sia inserito correttamente nella porta USB. È anche una buona idea cambiare le porte USB se ne hai di più, nel caso in cui non funzioni correttamente e causi problemi di connettività.

E, se ti capita di avere un altro cavo compatibile in giro, sostituisci quello attuale e usalo per collegare il tuo SSD all'unità del computer. È del tutto possibile che il cavo sia danneggiato in qualche modo. In caso contrario, potrebbe esserci qualcosa di sbagliato nell'SSD stesso.

8. Assegna una lettera di unità

Se l'unità disco è nascosta, potrebbe contenere una lettera di unità mancante o in conflitto con un'altra partizione. Ad esempio, se il tuo SSD M.2 non viene visualizzato sul tuo PC Windows 10, puoi risolvere questo problema assegnando una nuova lettera di unità.

Come assegnare lettere di unità utilizzando Gestione disco:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Cominciare pulsante e apri Gestione del disco
  2. Seleziona una partizione SSD, fai clic con il pulsante destro del mouse e scegli Modifica lettere e percorsi di unità Gestione disco mostra come modificare lettere e percorsi di unità
  3. Se hai già una lettera di unità assegnata
    • Clic Modificare
    • Scegli una lettera di unità preferita
    • Clic OK
  4. Se non c'è una lettera assegnata
    • Clic Aggiungere
    • In Montare nella seguente cartella NTFS vuota , fare clic Navigare
    • Impostare il nuovo percorso dell'unità scegliendo una cartella NTFS vuota e fare clic OK
    • Quindi, fare clic OK per confermare
  5. Esci da Gestione disco

Come assegnare lettere di unità utilizzando il prompt dei comandi:

  1. Premere Vincita tasto + R , genere CMD e premere Ctrl + Spostare + accedere aprire Prompt dei comandi con diritti di amministratore
  2. Esegui |_+_| per accedere al gestore delle partizioni integrato
  3. Esegui |_+_| per controllare tutte le unità disco Windows mostra come elencare i volumi con diskpart
  4. Identifica il numero del tuo SSD o di un'unità SSD e usalo quando esegui |_+_| (es. |_+_|) Windows mostra come selezionare un volume con diskpart
  5. . Digita |_+_| e aggiungi la nuova lettera di unità (ad es. |_+_|). Premere accedere Windows mostra come assegnare una lettera di volume con diskpart
  6. Esci dal prompt dei comandi

9. Formatta l'SSD

Se ricevi un errore quando provi ad accedere ai contenuti dell'SSD in Esplora file, è una buona idea farloformattare l'unità. Tieni presente che significa perdere tutti i file che hai salvato lì.

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Windows 10 Cominciare pulsante e selezionare Gestione dei dispositivi
  2. Scegli una partizione dal tuo SSD (o l'intero disco se non hai più partizioni)
  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'unità e selezionare Formato Windows mostra come formattare un'unità utilizzando Gestione disco
  4. Impostare l'etichetta del volume, il file system e la dimensione dell'unità di allocazione
  5. disattivare Eseguire una formattazione rapida
  6. Lasciare Abilita la compressione di file e cartelle Disabilitato
  7. Clic OK e attendi fino al completamento della formattazione Windows mostra come configurare le impostazioni di formattazione in Gestione disco

Se il tuo SSD non viene visualizzato in Gestione disco, usa il prompt dei comandi:

  1. Clicca il Cominciare pulsante, cerca Prompt dei comandi e fare clic Esegui come amministratore . Clic se richiesto dall'UAC (controllo dell'account utente)
  2. Esegui |_+_|
  3. Esegui |_+_| per visualizzare tutti gli HDD e gli SSD Windows mostra come elencare i dischi usando diskpart
  4. Tenendo conto del numero del disco del tuo SSD, esegui |_+_| (es. |_+_|) Windows mostra come selezionare un disco usando diskpart
  5. Esegui |_+_| per eseguire una corretta pulizia del disco eliminando permanentemente tutti i file e le cartelle dall'SSD selezionato
  6. Quindi, esegui |_+_| per formattare l'SSD come NTFS
  7. Esci dal prompt dei comandi

10. Utilizzare uno strumento di diagnostica SSD

Puoiispeziona lo stato di salute del tuo SSDe scoprire una vasta gamma di informazioni utilizzando uno strumento specializzato, comeMarchio del disco di cristallo, Apri Monitor hardware o SSDLife . Basta scaricare uno di questi programmi e puntarlo sull'SSD, per eseguire test di benchmark e controllare l'S.M.A.R.T. attributi.

11. Scollegare altri dispositivi periferici

Se hai più dispositivi esterni collegati al tuo computer, come un adattatore Wi-Fi o una webcam, è una buona idea staccarli. Potrebbero scontrarsi con il tuo SSD, impedirti di usarlo e farti credere che l'SSD non funzioni correttamente.

Assicurati di spegnere il computer prima di farlo. Quindi, accendilo e controlla se il tuo SSD viene visualizzato ora.

12. Eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi hardware e dispositivi

Su Windows 10, puoi utilizzare uno strumento di risoluzione dei problemi dedicato alla correzione di errori hardware comuni, in modo da poterlo utilizzare per riparare eventuali problemi SSD. Normalmente, puoi trovarlo in Risoluzione dei problemi con le impostazioni . Tuttavia, se ilManca lo strumento di risoluzione dei problemi di hardware e dispositivida quell'area, puoi usare lo strumento Esegui.

  1. premi il finestre tasto + R ed esegui |_+_|
  2. Clic Prossimo e consenti a Windows di scansionare il tuo PC per problemi Windows 10 mostra come eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi di hardware e dispositivi
  3. Se trova soluzioni, fare clic su Applicare questa correzione Windows mostra come applicare le correzioni per la risoluzione dei problemi relativi a hardware e dispositivi
  4. Riavvia Windows
  5. Prova a usare il tuo SSD ora

13. Eseguire CHKDSK

Se il tuo SSD presenta errori o settori danneggiati, puoi eseguire CHKDSK (Check Disk) per trovarli e risolverli. Non è necessario installare alcuna soluzione software di terze parti poiché è possibile avviare CHKDSK dall'ambiente della riga di comando.

Come usare CHKDSK:

  1. Premere Vincita tasto + R , genere CMD e premere Ctrl + Spostare + accedere aprire Prompt dei comandi con diritti di elevazione
  2. Clic se richiesto dal controllo dell'account utente
  3. Digita |_+_| se il tuo SSD ha la lettera D: assegnata. In caso contrario, sostituire |_+_| con la lettera di partizione corretta. Colpire il accedere chiave Il prompt dei comandi mostra come eseguire chkdsk
  4. Se viene richiesto di forzare lo smontaggio del volume, digitare e e premere accedere
  5. Attendi che CHKDSK completi la sua attività
  6. Esci dal prompt dei comandi e prova ad accedere al tuo SSD ora

14. Scansiona il tuo computer alla ricerca di malware

Se il tuo sistema operativo è infetto da malware, il tuo SSD potrebbe non essere visualizzato sul tuo computer. Ma puoi eseguire una scansione del malware e rimuovere o mettere in quarantena i file danneggiati rivolgendoti a Windows Defender.

Come utilizzare Windows Defender:

  1. Clicca il Cominciare pulsante, digitare Sicurezza di Windows e apri questa app
  2. Selezionare Protezione da virus e minacce Windows 10 mostra come selezionare Protezione da virus e minacce
  3. Clic Opzioni di scansione Windows 10 mostra come accedere alle opzioni di scansione di Windows Defender
  4. Scegliere Scansione veloce e fare clic Scannerizza ora Windows 10 mostra come eseguire una scansione rapida utilizzando Windows Defender
  5. Se i risultati della ricerca restituiscono a mani vuote, eseguire un'altra scansione utilizzando Scansione offline di Windows Defender modalità Windows 10 mostra come eseguire una scansione offline di Windows Defender
  6. Consenti a Windows di rimuovere o mettere in quarantena i file sospetti. Se sei certo che file specifici siano sicuri, dovresti contrassegnarli come falsi positivi
  7. Riavvia il PC e prova a utilizzare il tuo SSD ora

15. Aggiorna il BIOS

Se non hai mai aggiornato il tuo BIOS o se è trascorso troppo tempo dall'ultimo aggiornamento, è possibile che ciò possa causare errori di inizializzazione del disco. Quindi dovresti aggiornare il BIOS per risolvere questo problema.

Come aggiornare il BIOS:

  1. Collega una pen drive al tuo PC
  2. Fare clic su Windows 10 Cominciare pulsante, cerca Informazioni di sistema e apri questa app
  3. Seleziona il Riepilogo del sistema la zona
  4. Prendere nota delle informazioni scritte a Produttore di battiscopa e Versione/data del BIOS Windows 10 mostra come ottenere la versione del BIOS dall'app Informazioni di sistema
  5. Avvia un browser Web e visita il sito Web del produttore del BIOS
  6. Trova e scarica l'ultima versione del BIOS per il tuo PC
  7. Decomprimi l'archivio scaricato sulla tua pen drive
  8. Riavvia il computer e accedi alla configurazione del BIOS
  9. Crea un backup della versione corrente del BIOS
  10. Esegui l'aggiornamento del BIOS
  11. Al termine, avvia Windows normalmente e controlla i risultati

16. Controllare la memoria di sistema

Eventuali problemi con la RAM di sistema possono influire sui dispositivi di archiviazione e persino impedire la visualizzazione del tuo SSD sul tuo computer Windows. Quindi è una buona idea controllare la RAM utilizzando uno strumento integrato chiamato Diagnostica memoria di Windows.

Come utilizzare la diagnostica della memoria di Windows:

  1. Assicurati di salvare tutti i documenti e chiudere tutti i programmi
  2. premi il Vincita chiave, cerca Diagnostica della memoria di Windows e premere accedere
  3. Clic Riavvia ora e verifica la presenza di problemi Riavvia il PC per eseguire Diagnostica memoria di Windows
  4. Prima del riavvio di Windows, verificherà la presenza di problemi nella RAM

Esegue il test della RAM Standard modalità per impostazione predefinita. Ma ti consigliamo di passare al Esteso test. Sebbene richieda più tempo, offre informazioni sul tuo PC e potresti essere in grado di capire perché hai problemi con il tuo SSD.

Per passare al Esteso modalità di prova, premere F1 per accedere alle opzioni, scegli Esteso e premere F10 per confermare. I risultati della scansione verranno visualizzati nel centro notifiche di Windows 10 dopo l'avvio del sistema. In alternativa, puoi scaricare, installare e utilizzare MemTest86 .

17. Usa una distribuzione live Linux

Se sospetti che ci sia qualcosa di sbagliato nel tuo sistema operativo, puoi creare un'unità USB avviabile con una distribuzione Linux live. Dopo aver avviato il PC utilizzando la pen drive, è possibile accedere all'SSD per recuperare file o eseguire altre operazioni. Ad esempio, puoi usare Rufus.

Come creare una distribuzione live Linux con Rufus:

  1. Scarica una distribuzione Linux, come Ubuntu
  2. Collega una pen drive vuota al tuo computer
  3. Scarica Rufus dal Sito ufficiale
  4. Installa e avvia lo strumento
  5. Seleziona l'unità USB dalla finestra principale dell'app Rufus mostra come creare un'unità USB avviabile con Ubuntu
  6. Impostare Sezione di avvio a Disco o immagine ISO
  7. Clic SELEZIONARE e indica l'immagine ISO della distribuzione Linux
  8. Impostare Schema di partizione a MBR
  9. Impostare File system a FAT32
  10. Clic INIZIO

Come avviare Linux dall'unità USB:

  1. Assicurati che la pen drive rimanga collegata al tuo PC
  2. Riavvia il tuo computer
  3. Prima dell'avvio di Windows, premere rapidamente il tasto visualizzato sullo schermo per accedere al menu di avvio di avvio (es. F12 )
  4. Seleziona la tua pen drive e premi accedere
  5. Dopo che la distribuzione Linux è stata caricata, accedi al tuo SSD

Conclusione

Per ricapitolare, se il tuo SSD non viene visualizzato sul tuo computer, potrebbe indicare un problema con il dispositivo, il suo cavo o le impostazioni del tuo computer. Inizia assicurandoti che il tuo SSD sia abilitato nel BIOS e inizializzato in Gestione disco.

Inoltre, puoi reinstallare rapidamente l'SSD, aggiornare o ripristinare i suoi driver, aggiornare i driver del controller di archiviazione, controllare il cavo dell'SSD e le porte USB, cambiare la lettera dell'unità, formattare l'SSD e utilizzare uno strumento diagnostico specializzato.

È anche una buona idea scollegare altri dispositivi periferici oltre all'SSD, eseguire lo strumento di risoluzione dei problemi hardware e dispositivi, utilizzare CHKDSK per correggere errori SSD e settori danneggiati, eseguire la scansione del computer alla ricerca di malware, aggiornare il BIOS, controllare la memoria di sistema o utilizzare un Linux live distro per accedere al tuo SSD.

Quale soluzione ha funzionato per te? Abbiamo saltato qualche passaggio importante? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto.

Ricevi suggerimenti giornalieri nella tua casella di posta Newsletter Iscriviti 35.000+ altri lettori
Come risolvere Epic Games Launcher non funzionante Articolo Precedente

Come risolvere Epic Games Launcher non funzionante

Come fare una tintura verde in Minecraft Per Saperne Di Più

Come fare una tintura verde in Minecraft